Medidata Logo Medidata Logo
Medidata Logo

19.01.2021

La trasformazione digitale nella sanità. Il medico di base quale figura chiave.

Forte delle sue 1200 interviste, il “Barometro Swiss eHealth 2020” analizza il punto di vista dei professionisti della salute e rileva le opinioni più diffuse tra la popolazione. Il risultato non può che soddisfare i medici di base: sono loro, infatti, a godere del favore incontrastato dei pazienti nell'ambito della digitalizzazione della sanità.

La digitalizzazione della sanità procede inarrestabile: ma come riesce a far presa sulla popolazione? La complessità di tale domanda emerge da numerosi studi recenti. In questo post vogliamo analizzare i risultati del “Barometro Swiss eHealth 2020: Rapporto sul sondaggio tra la popolazione”. 

La digitalizzazione della sanità ha fatto presa sulla popolazione soltanto a metà

Gli attuali smart watch, fitness tracker e telefoni cellulari offrono una gamma impressionante di funzionalità connesse alla salute. Le più popolari sono senza dubbio le app che promuovono fitness e movimento: svizzeri e svizzere misurano i battiti del cuore tramite lo smart watch, contano i passi e calcolano quante calorie hanno bruciato in palestra. Nel complesso, una buona metà degli intervistati del “Barometro Swiss eHealth 2020” dice di fare ricorso ad app di questo tipo. 

Il resto delle applicazioni destinate alla pratica medica, però, è noto solo a una minoranza: la maggior parte degli svizzeri non ha mai sentito parlare di app per il rilevamento dei parametri vitali o per il riconoscimento di malattie e allergie, né tanto meno del testamento biologico e delle tessere di donatore d'organi in formato digitale. La cartella informatizzata del paziente (CIP), seppur se ne parli spesso nei media, è un concetto noto solo al 40% degli intervistati. 

La privacy prima di tutto: i dati non vengono divulgati a cuor leggero

Meno della metà della popolazione accetta senza riserve l’idea che gli operatori sanitari si scambino i dati dei rispettivi pazienti. C’è bisogno di fare chiarezza, anche e soprattutto tra i più giovani. Questi ultimi, cresciuti nel mondo digitale, considerano lo scambio di dati una pratica perfettamente normale, ma vogliono mantenere il controllo sulle proprie informazioni personali e pretendono regole chiare.

La massima fiducia va al medico di base

Con chi sono disposti a condividere i propri dati, i pazienti? La risposta a questa domanda è piuttosto interessante. Esiste una solida gerarchia (in base alla frequenza del consenso):

Medico di base (lista dei medicamenti e diagnosi) Altri medici curanti Farmacista (lista dei medicamenti) Altri professionisti della salute: libretto di vaccinazione Altri professionisti della salute: dati sui medicinali e diagnosi Ricercatori 

Si ha un quadro molto simile per la domanda “Dove aprirebbe una cartella informatizzata del paziente?” Anche qui il medico di base (71%) è di gran lunga al primo posto, seguito dagli ospedali (15%). 

Come mai anche il gruppo dei più giovani, i “millennial”, si affida in prima istanza al medico di base per quanto riguarda la digitalizzazione della sanità? Una delle ragioni è il loro utilizzo dei media: i ragazzi di 18-39 anni consultano principalmente Internet (65%) e, più di rado, i quotidiani (36%), come fonte di informazione in tema di salute. Sono consapevoli dell’inaffidabilità dei dati che ottengono. Ecco perché si rivolgono ad autorità ben note e a loro familiari. Al medico di base!

La digitalizzazione è vitale per i medici di base

I pazienti si aspettano che i loro medici di base stiano al passo con la digitalizzazione. Per loro, la possibilità di richiedere ricette tramite Internet (74%) o di fissare un appuntamento online (63%) è un criterio “molto importante” o “piuttosto importante” nella scelta del medico. Anche la comunicazione via e-mail, SMS o WhatsApp è un requisito chiave per la maggioranza degli intervistati (55%).

MediData ha tutte le carte in regola per digitalizzare gli studi medici

Unitevi a noi, passate subito alla nuova rete MediData. MediPort verrà disattivato a fine ottobre 2021. Tutti i dettagli sulla conversione sono disponibili qui.

Die neue QR-Rechnung: das sollten Unternehmen wissen

03.03.2021 – Im Juni 2020 eingeführt, ab Oktober 2022 obligatorisch: die QR-Rechnung. In diesem Artikel erfahren Sie alles Wesentliche und Wissenswerte zu dieser (kleinen) Revolution des Schweizer Zahlungsverkehrs.

Leggere di più

Digitalizzazione nella sanità: intervista con un pioniere

17.02.2021 – Il Dr. dent. Andreas Scheiwiler ha iniziato prestissimo a digitalizzare il proprio studio dentistico a Wil, SG. In questa interessante intervista ci svela i veri vantaggi della digitalizzazione – e quali sono i suoi limiti.

Leggere di più

La trasformazione digitale nella sanità. Il medico di base quale figura chiave.

19.01.2021 – Forte delle sue 1200 interviste, il “Barometro Swiss eHealth 2020” analizza il punto di vista dei professionisti della salute e rileva le opinioni più diffuse tra la popolazione. Il risultato non può che soddisfare i medici di base: sono loro, infatti, a godere del favore incontrastato dei pazienti nell'ambito della digitalizzazione della sanità.

Leggere di più

La trasformazione digitale nella sanità pubblica: la velocità è in continuo aumento...

18.11.2020 – La trasformazione digitale nel settore sanitario ha preso grande impulso, in particolare sotto l’influenza della pandemia di coronavirus. Questo articolo prende in esame la situazione attuale relativamente alla digitalizzazione tra i fornitori di prestazioni.

Leggere di più

Interview Marco Engeler (TMR)

13.11.2020 – «Wir haben die Schnittstelle zum MediData-Netz frühzeitig gebaut, um ausreichend Zeit für die Migration der bestehenden Kunden zu haben. Da die TMR AG an sehr vielen Digitalisierungsprojekten beteiligt ist, erhöht eine frühzeitige Umsetzung den operativen Spielraum.» Dr. Marco Engeler, CEO TMR AG – Triangle Micro Research

Leggere di più

Interview mit Senthuran Kandasamy, ehemaliger IT-Techniker und heutiger Key Account...

26.10.2020 –

Leggere di più

Box MediData: piccolo ma in gamba!

06.10.2020 – È piccolo, discreto e di tanto in tanto accende una lucina colorata: è il Box MediData. Che tipo di apparecchio è? E a cosa serve? In questo articolo scoprirà qual è la reale importanza del Box e come funziona. Una piccola anticipazione: il Box MediData è un tipo tosto e lavora duro per lei.

Leggere di più

Dettagli tecnici del Box MediData

06.10.2020 – Tutti lo conoscono, nessuno sa esattamente cosa fa: per molti utenti il Box MediData è una sorta di «scatola nera». Ed è giusto così. Lo scopo di questo apparecchio è proprio quello di sgravarla dagli «aspetti tecnici». Se però desidera saperne di più sul Box MediData, questo articolo le fornisce i dettagli tecnici dell’apparecchio.

Leggere di più

Una sicurezza cibernetica ridefinita

28.08.2020 – La sicurezza in Internet è una questione sempre più complessa, specie nel sistema sanitario. La nostra risposta è una strategia di difesa dinamica. Cosa significa? Lo scopra in questo articolo.

Leggere di più

Un piccolo passo per gli studi, un grande passo per MediData

21.07.2020 – Dopo oltre 15 anni, la piattaforma di MediData viene ampiamente rinnovata e sviluppata. L’obiettivo? Ampliare le opzioni di comunicazione, accrescere le capacità e rafforzare la sicurezza in ambito informatico. Questo implica il passaggio dal vecchio MediPort alla nuova Rete MediData, di tutti i partecipanti (studi medici, laboratori, ospedali, ecc.). L’articolo spiega cosa significa questo per il Suo studio.

Leggere di più

Da MediPort alla Rete MediData

20.07.2020 – MediPort lascia così spazio a una nuova ed aggiornata piattaforma di scambio dati, in grado di affrontare le sfide future.

Leggere di più

Da sapere sulla Rete MediData

20.07.2020 – Per saperne di più sulla crittografia dei dati, il MediData Box, i dati non strutturati, i prodotti aggiuntivi e altri argomenti.

Leggere di più